Ho rinunciato al vino per 2 settimane per vedere se la mia pelle sarebbe stata meglio

Ho rinunciato al vino per 2 settimane per vedere se la mia pelle sarebbe stata meglioQuando ho lasciato la citta ‘di Los Angeles, piena di celebrita’, all’inizio di quest’anno, a favore dell’isolata Citta ‘ deserta di Joshua Tree, in California, mi aspettavo di trovare … illuminazione. Ma invece, ho trovato del vino. Un sacco di vino. Cosi ‘ tanto vino. Certo, la vita nell’alto deserto era affascinante e idilliaca a volte, ma era anche un po ‘ noioso, che mi ha portato a trascorrere la maggior parte delle notti raggomitolata sul divano, sorseggiando su un bicchiere (o due, o tre) di cabernet sauvignon.

All’inizio mi andava bene, era solo un po ‘ di indulgenza, giusto?

Ma dopo alcune settimane del mio rituale notturno, ho notato che il mio http://ludit.it/vitaldermax/ corpo non si sentiva piu ‘ molto bene. In realtà, dopo un mese nella mia nuova situazione di vita, è diventato chiaro che la mia pelle sensibile e a rischio di acne era molto più secca, più acida e più infiammata del solito. Non potevo fare a meno di chiedermi: questa “piccola indulgenza” mi stava rovinando la pelle?

Cioe’, certo, sappiamo tutti che una serata buzzy-night out non ti lascia con una faccia brontolante e radiosa la mattina dopo, ma che ne dici di un bicchiere di vino notturno? Dev’essere innocuo, No? Ed è allora che ho cominciato a leggere sobrio curioso, un nuovo libro dell’autore Ruby Warrington sul concetto di bere memore—cioè vivere una vita che non comporta l’abbuffamento di due bicchieri di vino per abitudine, soprattutto se ti fanno sentire di merda. I benefici di una vita sobria-curiosa possono includere un sonno migliore, una maggiore concentrazione, e sì, anche più felice, pelle più luminosa—alias tutte le cose che il mio stile di vita Netflix-e-refrigerato-rosé era carente.

Così, nello spirito di una pelle migliore, ho ideato una piccola sfida auto-imposta: avevo tagliato l’alcol dalla mia routine per 14 giorni, documentare l’intera cosa in # selfie, e vedere se la vita sobrio-curioso era davvero la chiave per una pelle eccellente. E se funzionasse … beh, credo che dovrei trovare un nuovo hobby a Joshua Tree.

L’Esperimento Vero E ProprioL'Esperimento Vero E Proprio

Ovviamente, astenersi dal bere per due settimane non è un’impresa impressionante per la maggior parte delle persone—ma considerando che avevo lavorato fino a qualche drink ogni sera, ero un po ‘nervoso che la mia sfida potrebbe rivelare che ero, come Warrington dice, “probabilmente un po’ dipendente dall’alcol.”O, piu’ precisamente, un po ‘ mentalmente dipendente da questo. Mi sentirei esclusa quando mio marito ha ordinato da bere al single dive bar della nostra citta’? Vorrei del vino? Cederei?

Non avrei dovuto preoccuparmi. A quanto pare, sono abbastanza vanitoso da rinunciare a qualsiasi cosa, se la pelle chiara e luminosa sta aspettando al traguardo.

Giorni 1-3

I primi giorni della Sfida sono volati senza nota. Ho ancora una manciata di profonde, cistic bozze che mi persistono sul mento e sulle guance, e non ho visto o sentito alcun cambiamento reale. A parte il grido solitario dei miei bicchieri da vino vuoti.

Al quarto giorno, però, ho notato una differenza—ma non nella mia pelle. La qualita ‘ del mio sonno era decisamente migliore. Di solito mi sveglio due o tre volte nel cuore della notte e combatto per tornare nel ciclo REM. Ma per la prima volta dopo un po’, ho dormito per sette ore di fila. E ‘un po’ un paradosso: il vino ci fa addormentare (ho un amico che ha un bicchiere ogni notte prima di dormire proprio per questo motivo), ma “interrompe il nostro ciclo naturale del sonno”, dice Warrington (e medici ovunque). Senza l’alcol prima di andare a letto, ho dormito meglio che mai.

Giorni 4-7

Con il mio programma di sonno di nuovo in pista, ho notato un bonus inaspettato: i miei soliti cerchi scuri e gli occhi gonfi erano praticamente scomparsi in meno di una settimana. L’unico negativo? Avevo anche una forte e costante voglia di mangiare cioccolato, probabilmente perché il mio corpo desiderava lo zucchero che di solito gli davo sotto forma di vino.

Nonostante l’indulgenza in alcuni bambini Patch aspro per togliere il bordo (hey, la sfida era di vino, non caramelle), ho capito che il mio stomaco sembrava un po ‘ meno gonfio del solito. Warrington ha vissuto lo stesso quando ha smesso di bere. ” Da quando ho smesso di bere, la mia IBS e ‘completamente sparita e mangio ancora formaggio e glutine”, dice. “Credo che questo sia direttamente collegato al mio miglioramento della salute dell’intestino.”

Fico, ma funziona davvero?

Considerando che non sono uno scienziato, e che il mio esperimento era limitato e incontrollato, sono andato dagli esperti per vedere se i miei risultati erano una fortunata coincidenza o una realtà medica. Fortunatamente, era la seconda. ” L’alcol innesca l’infiammazione nel corpo, quindi non sorprende che evitarla influenzi l’aspetto della pelle”, dice la dermatologa Jennifer Vickers, M. D., della Dermatologia Sanova in Texas.Fico, ma funziona davvero?

Nel caso in cui si ha bisogno di un aggiornamento, “infiammazione” porta alla roba divertente che si odia, come acne, dermatite, e arrossamento—tutti che sono particolarmente intensificati in chiunque con rosacea o psoriasi. E, dal momento che l’alcol causa disidratazione, influenzerà anche la ritenzione di liquidi sotto forma di pelle gonfia e borse sotto gli occhi, così come portare a una barriera di pelle più secca, che può rendere le linee fini più pronunciate.

Ma aspetta! C’e ‘ dell’altro! ” A livello cellulare, ci sono prove che suggeriscono che l’alcol può anche causare l’invecchiamento avanzato delle nostre cellule—comprese le cellule della pelle, ” dice. Così si può andare avanti e aggiungere le rughe premature e macchie di età a quella lista di effetti collaterali, troppo. Evviva!